Elezioni Europee e Amministrative 2019

Pubblicata il 13/05/2019
Dal 13/05/2019 al 28/05/2019

Le elezioni europee e amministrative si svolgeranno in un’unica giornata, domenica 26 maggio 2019, dalle ore 7 alle ore 23.

 
 
Sezione                                              Ubicazione
   N. 1
  Istituto Comprensivo don Agostino Toniatti - Fossalta, via Ippolito Nievo, 20
 
   N. 2
  Istituto Comprensivo don Agostino Toniatti - Fossalta, via Ippolito Nievo, 20
 
   N. 3
  Istituto Comprensivo don Agostino Toniatti - Fossalta, via Ippolito Nievo, 20
 
   N. 4
  Istituto Comprensivo don Agostino Toniatti - Fossalta, via Ippolito Nievo, 20
 
   N. 5
  Scuola Primaria Margherita Marzotto - Villanova, piazza M. Marzotto ,21
 
   N. 6
  Scuola Primaria Margherita Marzotto - Villanova, piazza M. Marzotto ,21
 
   N. 7
  Scuola Primaria Margherita Marzotto - Villanova, piazza M. Marzotto ,21
 

Cosa portare per votare
Gli elettori devono presentarsi al seggio muniti di tessera elettorale  e alla carta d’identità o altro documento di identificazione munito di fotografia, anche se scaduto, rilasciato dalla Pubblica Amministrazione.
Ai fini della identificazione degli elettori sono validi anche:
- le tessere di riconoscimento rilasciate dall'Unione nazionale ufficiali in congedo d'Italia, purché munite di fotografia e convalidate da un comando militare;
- le tessere di riconoscimento rilasciate dagli ordini professionali, purché munite di fotografia.
In mancanza d'idoneo documento d'identificazione, uno dei membri dell'ufficio che conosca personalmente l'elettore ne attesta l'identità, apponendo la propria firma nella colonna di identificazione. Se nessuno dei membri dell'ufficio è in grado di accertare sotto la sua responsabilità l'identità dell'elettore, questi può presentare un altro elettore del comune, noto all'ufficio, che ne attesti l'identità.
L’Ufficio Elettorale del comune di residenza è il punto di riferimento per il rilascio della tessera: se si vota per la prima volta e non è ancora stata consegnata presso il proprio domicilio, occorre ricordarsi di andare a ritirarla presso tale ufficio.
Chi avesse smarrito la propria tessera elettorale personale oppure rilevato che gli spazi per l’apposizione del timbro risultano esauriti, potrà chiedere una nuova tessera agli uffici comunali da lunedì 20 maggio 2019 negli orari previsti di apertura e nei i giorni antecedenti la data di inizio della votazione (ovvero da venerdì 24 maggio a sabato 25 maggio), dalle ore 9.00 alle ore 18.00, e nel giorno della votazione (domenica 26 maggio), dalle ore 7.00 alle ore 23.00.
Gli elettori sono invitati a verificare sin d’ora se siano in possesso di tale documento e se sullo stesso siano ancora presenti spazi per l’apposizione del timbro, al fine di potersi rivogere quanto prima ai suddetti uffici per l'immediato rilascio della nuova tessera, evitando così eventuali disagi causati dalla probabile concentrazione di tali richieste nei giorni immediatamente antecedenti ed in quello della votazione.
Per chi avesse richiesto al proprio comune di residenza il rilascio della nuova Carta d’Identità Elettronica (CIE) e alla data del 26 maggio 2019 non risultasse ancora consegnata, in mancanza di altro documento di identificazione, l'elettore potrà votare con la ricevuta della richiesta di CIE: tale ricevuta contiene infatti la fotografia ed i dati anagrafici del richiedente la CIE (oltre al numero della CIE cui si riferisce), divenendo pertanto un documento di riconoscimento ai sensi dell’art.1, comma 1, lettera c) del DPR n.445/2000.


Modalità di voto per Elezioni amministrative?

L'elettore esprime il voto con un tratto delle matita copiativa, evitando di sovrapporre le schede in caso di più elezioni contestuali.
Si può votare tracciando un segno sul contrassegno di una lista, sul nome di un candidato sindaco o su entrambi. Non è possibile il voto disgiunto. È possibile anche esprimere preferenze, indicando  sulla riga in corrispondenza della lista di cui fa parte il candidato consigliere comunale fino a 2 candidati purché di sesso diverso pena l'annullamento del voto.


Modalità di voto per le Elezioni Europee?
Le modalità di voto previste sono le seguenti:

  • ciascun elettore può votare una sola lista tracciando con la matita copiativa un segno sul contrassegno della lista prescelta o nel rettangolo che contiene tale contrassegno;
  • ciascun elettore può anche esprimere fino a un massimo di tre voti di preferenza per candidati di una lista. Nel caso di due o di tre preferenze espresse, queste devono riguardare candidati di sesso diverso, pena l’annullamento della seconda e della terza preferenza;
  • il voto di preferenza deve essere espresso esclusivamente per candidati compresi nella lista votata;
  • il voto di preferenza si esprime esclusivamente scrivendo, con la matita copiativa, nelle apposite righe tracciate a fianco del contrassegno della lista votata, il nome e cognome o solo il cognome dei candidati preferiti compresi nella lista medesima;
  • nel caso di espressione di più voti di preferenza per candidati dello stesso sesso, ai fini dell’annullamento delle preferenze eccedenti la prima, l’ordine dei voti di preferenza, all’interno del rettangolo contenente il contrassegno della lista votata, deve intendersi attribuito dall’alto verso il basso;
  • in caso di identità di cognome fra più candidati, si deve scrivere sempre il nome e il cognome e, se occorre, la data e il luogo di nascita; qualora il candidato abbia due cognomi, l’elettore, nel dare la preferenza, può scriverne uno solo, a meno che non vi sia possibilità di confusione con altri candidati.

Attenzione: se l’elettore traccia un segno su più contrassegni di lista, il voto è nullo. La nullità è altresì determinata da ogni altro modo di espressione del voto diverso da quelli sopraindicati nel caso in cui sia manifesta l’intenzione dell’elettore di annullare la scheda o di rendere riconoscibile il voto.

Secondo la più recente giurisprudenza, l'elettore che si rende conto di aver sbagliato nel votare può chiedere al presidente del seggio di sostituire la scheda stessa, potendo esprimere nuovamente il proprio voto. A tal fine il presidente gli consegnerà una nuova scheda, inserendo quella sostituita tra le “schede deteriorate”.
L’elettore, dopo aver votato, deve aver cura di piegare la scheda all’interno della cabina elettorale e deve poi restituirla al presidente di seggio.

Norme comportamentali di voto
Si ricorda, altresì, che per assicurare la segretezza dell'espressione del diritto di voto è vietato introdurre all’interno delle cabine elettorali telefoni cellulari o altre apparecchiature in grado di fotografare o registrare immagini.Il presidente dell’ufficio elettorale di sezione inviterà l’elettore, all’atto della presentazione del documento di identificazione e della tessera elettorale, a depositare le predette apparecchiature di cui è al momento in possesso.Tali arecchiature saranno prese in consegna dal presidente medesimo, unitamente al documento di identificazione e alla tessera elettorale, per essere restituite dopo l’espressione del voto. Chiunque violi tale divieto è passibile di denuncia alla competente autorità giudiziaria con conseguenti sanzioni.
I minori non possono accedere nella cabina elettorale con il proprio genitore, in quanto l’elettore deve recarsi da solo nella cabina elettorale (fatti salvi i casi tassativamente previsti dalla legge di voto assistito, con la presenza di accompagnatori per gli elettori materialmente impediti nell’espressione autonoma del voto).
Gli elettori non possono entrare nella sala delle elezioni armati (anche se sono armi detenute legalmente) o muniti di altri strumenti atti ad offendere.

Voto assistito
Possono essere accompagnati all’interno della cabina elettorale solo gli elettori diversamente abili che siano fisicamente impediti nell’espressione autonoma del voto, e cioè i ciechi, gli amputati delle mani, e gli affetti da paralisi o da altro impedimento fisico di analoga gravità. Ciò premesso, sono ammessi al voto assistito presso il seggio gli elettori che, presentando apposita certificazione sanitaria, abbiano ottenuto, da parte del comune nelle cui liste elettorali sono iscritti, l’inserimento sulla propria tessera elettorale dell’annotazione del diritto al voto assistito mediante apposizione del codice (AVD). Possono anche essere ammessi a votare con un accompagnatore gli elettori il cui impedimento fisico nell’espressione autonoma del voto sia evidente. Quando manchi il suddetto simbolo o codice sulla tessera elettorale o quando l’impedimento fisico non sia evidente il diritto al voto assistito può essere dimostrato con un certificato medico (redatto da un funzionario medico designato dai competenti organi delle aziende sanitarie locali) nel quale sia espressamente attestato che l’infermità fisica impedisce all’elettore di esprimere il voto senza l’aiuto di un altro elettore.
L'ammissione al voto assistito non è quindi consentita per infermità che non influiscono sulla capacità visiva oppure sul movimento degli arti superiori, ivi comprese le infermità che riguardano esclusivamente la sfera psichica dell'elettore. Gli handicap di natura psichica hanno infatti rilevanza ai fini del diritto al voto assistito solo quando la relativa condizione patologica comporti anche una menomazione fisica che incida sulla capacità di esercitare materialmente il diritto di voto.
L'accompagnatore può essere un elettore della propria famiglia o un altro elettore liberamente scelto, purché iscritto nelle liste elettorali di un qualsiasi Comune della Repubblica. Si precisa che nessun elettore può esercitare la funzione di accompagnatore per più di un diversamente abile.

AGEVOLAZIONI PER I VIAGGI FERROVIARI
A) La società Trenitalia S.p.A. applicherà le condizioni di cui alla “Disciplina per i viaggi degli elettori” allegata all’Ordine di servizio n. 31/2012 dell’11 aprile 2012, e successive modifiche, consultabile sul sito www.trenitalia.com, nella sezione “Info e assistenza”.
Le relative agevolazioni sul prezzo dei biglietti saranno applicate in favore dei cittadini italiani per tutte le elezioni in svolgimento e dei cittadini di uno Stato membro dell’Unione europea residenti in Italia al fine di consentirne l’esercizio del diritto di voto per le elezioni europee e per le elezioni comunali. Le agevolazioni stesse sono applicabili ai soli viaggi effettuati in servizio interno Trenitalia ovvero in servizio cumulativo ed internazionale per i treni Trenitalia.
Per i viaggi degli elettori è previsto il rilascio di biglietti nominativi di andata e ritorno, con la riduzione del 60% sulle tariffe regionali (tariffe 39) e regionali con applicazione sovra regionale (tariffa 39/AS) e del 70% sul prezzo base per tutti i treni del servizio nazionale (Alta Velocità Frecciarossa e Frecciargento, Frecciabianca, Intercity, Intercity notte) e per il servizio cuccette. Le riduzioni sono applicabili per la 2^ classe e per il livello di servizio Standard.
L’agevolazione non è valida in 1^ classe, nei livelli di servizio Executive, Business e Premium, nei servizi vagoni letto, nelle vetture Excelsior, nei salottini, nonché su tutti i servizi accessori (es. ristorazione).
L’agevolazione per gli elettori non è cumulabile con altre riduzioni e/o promozioni, fatta eccezione per le agevolazioni previste in favore dei ciechi, dei mutilati ed invalidi di guerra o per servizio e dei possessori di Carta Blu che mantengono il diritto alla gratuità del viaggio per l’accompagnatore.
Inoltre, sulla base di specifici accordi internazionali con alcune imprese ferroviarie estere, per i viaggi degli elettori residenti all’estero con i treni diretti internazionali Eurocity Italia-Svizzera è prevista la riduzione del 70% in 2^ classe sulla quota spettante a Trenitalia rispetto al prezzo globale di mercato relativo al viaggio da una delle stazioni estere ad una delle stazioni italiane o viceversa servita dal treno internazionale. Sono esclusi dall’agevolazione per gli elettori residenti all’estero i servizi accessori (bici al seguito, ecc.). Per l’eventuale proseguimento fino alla stazione di destinazione indicata sul documento elettorale, si applicheranno le condizioni previste per i viaggi in servizio interno.
Per gli elettori residenti in Italia, il rilascio dei biglietti a prezzo ridotto verrà effettuato dalle biglietterie ed agenzie di viaggio Trenitalia, dietro esibizione da parte del viaggiatore della tessera elettorale. Gli stessi elettori residenti in Italia, se sprovvisti della tessera elettorale, potranno produrre una dichiarazione sostitutiva.
Per gli elettori residenti all’estero, l’emissione dei biglietti dovrà avvenire previa esibizione, oltre che della tessera elettorale, ove in loro possesso, della cartolina avviso o della dichiarazione delle Autorità consolari italiane attestante che il connazionale, titolare della dichiarazione stessa, si reca in Italia per esercitare il diritto di voto.
In ogni caso gli elettori, per poter usufruire delle agevolazioni, dovranno esibire nel viaggio di ritorno la tessera elettorale recante l’attestazione dell’avvenuta votazione.
Gli elettori dovranno altresì esibire, sia nel viaggio di andata che in quello di ritorno, idoneo documento di riconoscimento.
In caso di partenza per il viaggio di andata da stazione impresenziata o disabilitata, il viaggiatore, se munito di tessera elettorale o di autocertificazione, può ottenere dal personale di bordo l’emissione di un biglietto nominativo valido per il viaggio di andata e ritorno.
I biglietti hanno un periodo di utilizzazione di venti giorni che decorre, per il viaggio di andata, dal decimo giorno antecedente il giorno di votazione (questo compreso) e per il viaggio di ritorno fino alle ore 24 del decimo giorno successivo a quello di votazione (quest’ultimo escluso). Pertanto, in occasione delle elezioni del 26 maggio 2019, il viaggio di andata può essere effettuato non prima del 17 maggio e quello di ritorno non oltre il 5 giugno; per l’eventuale turno di ballottaggio per l’elezione del sindaco del comune, il viaggio di andata può essere effettuato non prima del 31 maggio e quello di ritorno non oltre il 19 giugno.
I biglietti con contestuale assegnazione del posto sono validi, nell’ambito del periodo di utilizzazione di venti giorni, solo per il giorno ed il treno prenotati e non devono essere convalidati.
In ogni caso il viaggio di andata deve essere completato entro l’orario di chiusura delle operazioni di votazione e quello di ritorno non può avere inizio se non dopo l’apertura del seggio elettorale. Lo stesso periodo di utilizzazione è previsto anche in caso di secondo turno di consultazioni.
I biglietti per i treni del servizio nazionale e internazionale (a tariffa Italian Elector) Alta Velocità Frecciarossa e Frecciargento, Frecciabianca, Intercity, Intercity notte e Eurocity, sono validi esclusivamente per il giorno ed il treno prenotati e non devono essere convalidati. Per l’accesso a treno diverso da quello prenotato, valgono le regole previste per il biglietto base.
I biglietti per i treni regionali sono senza assegnazione del posto e, per essere validi, devono essere convalidati prima di iniziare sia il viaggio di andata che quello di ritorno.

B) La società “ Italo - Nuovo Trasporto Viaggiatori S.p.A.“ (NTV) applicherà, sul prezzo al pubblico dei propri biglietti ferroviari, le agevolazioni tariffarie in favore dei cittadini italiani che si recheranno nella località della propria sede elettorale di iscrizione, al fine di esercitare il diritto di voto per tutte le elezioni in svolgimento. Tali agevolazioni sono applicabili ai soli viaggi effettuati sul territorio nazionale.
Gli elettori potranno acquistare i biglietti ferroviari per viaggi da effettuarsi verso la località della propria sede elettorale di iscrizione o comunque verso località limitrofe o utili a raggiungere tale località, con una riduzione pari al 60% sul prezzo al pubblico.
L’agevolazione potrà applicarsi esclusivamente ai biglietti ferroviari di andata e ritorno acquistati per viaggiare in ambiente Smart e Comfort, con le offerte Flex ed Economy.
Nessuna agevolazione sarà riconosciuta da Italo per l’acquisto di:
- biglietti in ambiente Prima e/o Club;
- biglietti cumulativi, ovvero relativi a due o più passeggeri;
- servizi accessori al servizio di trasporto (es. servizio ristorazione, servizio cinema, ecc.).
I biglietti agevolati potranno essere acquistati:
- tramite contact center Italo, dalle ore 7:00 alle ore 23:00, a mezzo carta di credito o prepagata;
- presso le biglietterie di stazione Italo, tramite carta di credito o prepagata, bancomat o contanti:
- mediante canale web, tramite il sito www.italotreno.it.
Gli elettori, per poter usufruire dell’agevolazione, dovranno esibire al personale di Italo addetto al controllo a bordo del treno:
 nel viaggio di andata, unitamente ad un valido documento di identità, la propria tessera elettorale o una dichiarazione sostitutiva attestante che il biglietto agevolato è stato acquistato per recarsi presso la località della propria sede elettorale di iscrizione, al fine di esercitare il diritto di voto;
 nel viaggio di ritorno, unitamente ad un valido documento di identità, la propria tessera elettorale recante l’attestazione dell’avvenuta votazione.
I biglietti agevolati potranno essere utilizzati esclusivamente, per il viaggio di andata, dal decimo giorno antecedente il giorno della consultazione elettorale (questo compreso) e, per il viaggio di ritorno, fino alle ore 24 del decimo giorno successivo al giorno della consultazione stessa. Lo stesso periodo è previsto anche in caso di secondo turno delle consultazioni elettorali.
I biglietti agevolati devono essere nominativi e potranno essere acquistati, di norma, solo per viaggi di andata e ritorno.
Altre informazioni sono disponibili sul sito web www.italotreno.it
C) La Società Trenord s.r.l., operante in Lombardia, applicherà le agevolazioni sul prezzo dei biglietti ferroviari in favore dei cittadini italiani residenti nel territorio nazionale o all’estero che si recheranno nella località sede elettorale di iscrizione al fine di esercitare il diritto di voto. Tali agevolazioni sono applicabili ai soli viaggi effettuati a tariffa regionale.
Per i viaggi degli elettori è previsto il rilascio di biglietti nominativi di andata e ritorno, con la riduzione del 60% sulle tariffe regionali n. 39. In tutti i casi le riduzioni sono applicabili per la 2^ classe.
L’agevolazione non è valida in 1^ classe e sui treni del servizio aeroportuale Malpensa Express nonché su titoli integrati. L’agevolazione prevista per gli elettori non è cumulabile con altre riduzioni e/o promozioni, fattasi eccezione per i possessori di Carta Blu che mantengono il diritto alla gratuità del viaggio per l’accompagnatore.

I biglietti agevolati potranno essere acquistati:
- presso le biglietterie di stazione, tramite carta di credito o prepagata, bancomat o contanti;
- a bordo treno con emissione da palmare tramite carta di credito o prepagata, bancomat o contanti.
Gli elettori, per poter usufruire dell’agevolazione, dovranno esibire al personale di Trenord addetto al controllo, sia presso le biglietterie di stazione che a bordo treno, la tessera elettorale e il documento di riconoscimento. Gli elettori residenti in Italia, se sprovvisti della tessera elettorale, potranno produrre una dichiarazione sostitutiva.
Per gli elettori residenti all’estero, l’emissione dei biglietti dovrà avvenire previa esibizione, oltre che della tessera elettorale, ove in loro possesso, della cartolina avviso o della dichiarazione delle Autorità consolari italiane attestante che il connazionale, titolare della dichiarazione stessa, si reca in Italia per esercitare il diritto di voto.
In ogni caso gli elettori, per poter usufruire delle agevolazioni, dovranno esibire nel viaggio di ritorno la tessera elettorale recante l’attestazione dell’avvenuta votazione.
I biglietti emessi in favore degli elettori residenti in Italia hanno un periodo di utilizzazione di venti giorni, che decorre, per il viaggio di andata, dal decimo giorno antecedente il giorno di votazione (questo compreso) e per il viaggio di ritorno fino alle ore 24 del decimo giorno successivo al giorno di votazione (questo escluso).
I biglietti emessi in favore degli elettori residenti all’estero hanno un periodo di utilizzazione di sessanta giorni. Il viaggio di andata può essere effettuato al massimo un mese prima dell’apertura del seggio e quello di ritorno al massimo un mese dopo la chiusura del seggio.
In ogni caso il viaggio di andata deve essere completato entro l’orario di chiusura delle operazioni di votazione e quello di ritorno non può avere inizio se non dopo l’apertura del seggio elettorale. Lo stesso periodo di utilizzazione è previsto anche in caso di secondo turno di consultazioni.
Qualora emessi separatamente, il biglietto per il viaggio di andata deve essere obbligatoriamente utilizzato prima di quello per il ritorno.
I biglietti per essere validi devono essere convalidati prima di iniziare sia il viaggio di andata che quello di ritorno.
Altre informazioni sono disponibili sul sito www.trenord.it.

AGEVOLAZIONI PER I VIAGGI VIA MARE
Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha dato disposizioni alla Società Compagnia Italiana di Navigazione S.p.a (che effettua il servizio pubblico di collegamento con la Sardegna, la Sicilia e le Isole Tremiti) di applicare, per gli elettori che si recheranno a votare nel comune di propria iscrizione, la tariffa agevolata che prevede la riduzione del 60% del nolo passeggeri della sola “tariffa ordinaria”; nel caso di elettori cha abbiano diritto alla tariffa in qualità di residenti, si applicherà la “tariffa residenti”, ad eccezione dei casi in cui la tariffa “elettori” risultasse più vantaggiosa.
L’agevolazione viene accordata dietro presentazione della tessera elettorale e di un documento di riconoscimento. Nel viaggio di ritorno dovrà essere esibita la tessera elettorale, recante il timbro dell’ufficio elettorale di sezione.
La Regione Siciliana – Assessorato delle Infrastrutture e della Mobilità - inoltre ha fornito analoghe direttive alla Società Caronte & Tourist Isole Minori S.p.a. (che assicura il servizio pubblico di linea tra la Sicilia e le sue isole minori), ai fini dell’applicazione delle agevolazioni di viaggio agli elettori in occasione delle consultazioni elettorali in oggetto.

AGEVOLAZIONI AUTOSTRADALI
L’Associazione Italiana Società Concessionarie Autostrade e Trafori (A.I.S.C.A.T.) ha reso noto che le Concessionarie autostradali aderiranno alla richiesta di esenzione dal pagamento del pedaggio su tutta la rete nazionale, con esclusione delle autostrade controllate con sistema di esazione di tipo “aperto” agli elettori italiani residenti all’estero sia per il viaggio di raggiungimento del seggio elettorale sia per quello di ritorno.
La validità dell’agevolazione avrà inizio, per il viaggio di andata, dalle ore 22,00 del quinto giorno precedente quello della consultazione e, per quello di rientro, dal giorno d’inizio delle operazioni di voto fino alle ore 22,00 del quinto giorno successivo.
L’elettore, per poter usufruire dell’agevolazione, dovrà esibire, per il viaggio di andata, la tessera elettorale o la cartolina-avviso inviatagli dal Comune di iscrizione elettorale o l’attestazione rilasciata dal Consolato della località di residenza e, per il viaggio di ritorno, la tessera elettorale opportunamente vidimata dal presidente del seggio dove è avvenuta la votazione.
AGEVOLAZIONI PER L’ACQUISTO DI BIGLIETTI AEREI
La compagnia Alitalia Società Aerea S.p.A., in occasione delle elezioni europee, applicherà uno sconto sul biglietto aereo per un volo nazionale, andata e ritorno, utilizzato per recarsi presso la sede del seggio elettorale.

Lo sconto, che non si aggiunge ad altre agevolazioni già in vigore e non si applica ai voli in codeshare, è pari a € 40 applicabile sulla tariffa del biglietto andata e ritorno, se superiore a € 40, escluse le tasse e i supplementi.
Lo sconto può essere utilizzato esclusivamente per prenotazioni contenenti un solo passeggero adulto. Per prenotazioni con più passeggeri adulti è possibile usufruire dello sconto effettuando acquisti separati per ciascun passeggero.
Il biglietto a prezzo agevolato è acquistabile sul sito della Compagnia.
Gli elettori interessati possono acquistare il biglietto fino al 26 maggio per partire tra il 18 maggio e il 26 maggio e rientrare dal 26 maggio al 2 giugno 2019.
Al momento del check-in e dell’imbarco il passeggero dovrà esibire la tessera elettorale o, qualora ne sia sprovvisto, per il viaggio di andata, dovrà sottoscrivere e presentare al personale di scalo una dichiarazione sostitutiva. Al ritorno, il passeggero dovrà esibire la propria tessera elettorale regolarmente timbrata dalla sezione elettorale, dimostrando così l’avvenuta votazione.
Per ulteriori informazioni, gli elettori interessati potranno visionare il sito della predetta Compagnia aerea: www.alitalia.com.

Facebook Google+ Twitter
torna all'inizio del contenuto